Home2018-07-05T16:19:12+00:00

Storia del villaggio

Per lo studioso P. Orsi Favrio deriva dal gentilizio romano Fabrius, nel senso che un possessore d’epoca romana avrebbe lasciato poi il suo nome alla villa da lui fondata o denominata.
Studi più recenti fanno risalire il toponimo invece al periodo longobardo, da Fara o quadra rurale coltivata o occupata da una tribù o un gruppo di famiglie parentali.
Nel 1218 l’importante documento giudicariese “Feuda, alodia, decime, ficta” emanato dal signore di Castel Stenico Pellegrino, luogotenente del vescovo Wanga, per manifestare i diritti e la potestà su beni e uomini del territorio judicariense, riporta due toponimi, Flaveium e Favrium; di Fiavé è Cavucius, uomo appartenente al vescovo, di Favrio è un appezzamento di terra che costituisce un allodio, proprietà di diretto dominio locale.

Galeria foto

Foto delle case
Le case
Colori
Colori
Dintorni
Dintorni

Per vedere tutte le foto, clicca cui

San biagio
Scarica il libro

Ieri ed oggi

Vedi le foto delle case odierne e di una volta

(spostare la barra centrale ) – Altre photo cui 

Prima
error: Content is protected !! Contenuto protetto !!